Idrofoni trainati

Stacks Image 32
Assemblati con sensori dedicati a rilevare segnali acustici, e vibrazioni in generale, gli array trainati sono progettati al fine di ridurre al minimo il rumore idrodinamico dovuto al trascinamento.
Gli idrofoni trainati sono di solito composti da più di un sensore, al fine di ricevere informazioni sulla direzione da cui arriva un segnale.

Due tecniche principali sono utilizzate per ottenere queste informazioni: beamforming e misura del ritardo temporale.
Mentre il beamforming richiede elevate capacità di elaborazione e restituisce risultati eccellenti (e questo di solito significa GRANDI computer e un bel po' di soldi), la misura del ritardo temporale è una tecnica semplice ma efficace, che richiede un normale PC e un software adatto.

Abbiamo archiviato in queste pagine immagini e idee sugli array che abbiamo progettato e assemblato in passato.

Spero che possano essere di qualche aiuto se state pensando agli idrofoni trainati per la ricerca sui mammiferi marini.

FarONE - 2019



Per andare incontro a molte richieste che abbiamo ricevuto negli anni, dal 2013 produciamo un piccolo idrofono trainable con un singolo sensore.
È costituito da un tubo di circa un metro di lunghezza, riempito di IsoPar, che contiene un idrofono prodotto da Aquarian Audio insieme al suo pre-amplificatore dedicato, modificato per avere un leggero filtro nelle basse frequenze.

Il pre-amplificatore è alimentato in phantom power, riducendo al minimo i problemi di interferenza elettrica a bordo.
Il cavo di traino standard è di 100m ed è protetto da una guaina in poliuretano.

A bordo vi servirà una interfaccia (o un registratore pro) con ingresso microfonico XLR capace di alimentare in phantom power (praticamente tutti lo possono fare).

Cavi custom, lunghi diverse centinaia di metri, sono disponibili, anche se il sensore non deve scendere sotto i -80metri.

FarONE è prodotto da Nauta-rcs.
Altri dettagli QUI.
Stacks Image 537
Nel 2009/2010 abbiamo realizzato due nuovi modelli di idrofoni trainati

Basati sugli stessi sensori, prodotti nel Regno Unito, differiscono per la lunghezza del cavo (110m e 220m) e per le caratteristiche aggiuntive (un paio di idrofoni extra per l'ascolto stereo durante la deriva dell'imbarcazione, diverse custodie in plastica, diversi amplificatori audio).
Questa è stata la nostra configurazione standard per il 2009/2010.

Codenamed PROTONE (PROTotype ONE), this was our test towed hydrophone.
Do not even remember how many times we have changed the sensors on this.
In 2008 it got entangled into a propeller and was lost. It had four sensors, and could be equipped with up to eight. One pressure gauge, and a nice modification to accomodate a temperature transmitter.
Lessons learnt: on a prototype you will need more wires than how you have.

Codenamed G4 (generation four), was our standard commercial towed hydrophone in 2004/2005. Originally re-designed for a big NGO, this is our standard product at the time of writing. Analog part going from about 100Hz to 60kHz and then again from 100kHz to 230kHz, and a digital acquisition interface, with filters, going from 0Hz to 48kHz, offers an high frequency output, for click detectors. It is packed with software, and is worth the money!
Lessons learnt: Let's provide training. Longer tow cable means lower noise and deeper sensor. Where thermocline is an issue, you need deep sensors.
G5 - TAOH. Year 2006.
Manufactured with three elements (two wideband, high-pass filtered; one wideband, no filters), is our configuration for low budget systems during spring 2006.

We make a very very basic use of cookies, just to ensure a smooth navigation. No personal data are collected out of the e-commerce functions, and no use of personal data is made out of the e-commerce functions themselves.